Nuovi requisiti per i corsi BLS e ACLS di AHA
  • 0
    Il tuo carrello è vuoto

Nuovi requisiti per i corsi BLS e ACLS di AHA

Nuovi requisiti per i corsi BLS e ACLS di AHA

31/08/2017

Con comunicato ufficiale del 15 Agosto scorso, American Heart Association, la maggior organizzazione mondiale dedicata alla lotta contro le malattie cardiovascolari, ha annunciato che richiederà l’utilizzo di dispositivi didattici capaci di fornire un feedback in tempo reale sulla performance della RCP, in tutti i corsi di RCP su adulto, a partire dal 31 Gennaio 2019.

Tali dispositivi dovranno fornire, in tempo reale, una valutazione audiovisiva correttiva e istruzioni sulla frequenza, profondità, rilascio e posizione corretta delle mani durante l’addestramento alla Rianimazione Cardiopolmonare.
 
Già gli aggiornamenti alle Linee Guida 2015 per RCP ed ECC avevano evidenziato i benefici apportati dai dispositivi di feedback alle performance degli allievi.
 
Gli studi rivelano che questi strumenti tecnologici, che possono essere affiancati o già integrati nei manichini di addestramento, aiutano gli allievi a gestire le criticità della RCP e riducono il tempo tra l’addestramento e la dimostrazione delle competenze acquisite in addestramento. 
 
Questi nuovi requisiti impatteranno sui corsi AHA di BLS e ACLS su adulto in tutto il mondo. 
 
La Prof.ssa Mary Elizabeth Mancini, volontaria in AHA, professoressa e decana associata dell'Università del Texas ad Arlington, presso la facoltà di Infermieristica, ha dichiarato: “L’AHA addestra alla RCP più di 22 milioni di persone ogni anno. L’obbligo di utilizzare dispositivi di feedback consoliderà ulteriormente la leadership di AHA nella scienza della rianimazione e nell’addestramento alla RCP. Un feedback specifico e mirato è fondamentale per far comprendere agli allievi i propri errori e per guidarli verso l’esecuzione di RCP di alta qualità in caso di emergenza. Includere dispositivi di feedback nei corsi di RCP su adulto migliora la qualità della performance e di conseguenza aumenta le probabilità di un esito positivo quando si esegue una RCP in caso di emergenza.”
 
Sempre secondo la Prof.ssa Mancini: "Assicurare che i corsi AHA forniscano un addestramento corretto agli allievi, renderà possibile raddoppiare il numero di sopravvissuti a un arresto cardiaco, entro il 2020”.
 
I dispositivi di feedback dovranno necessariamente misurare la frequenza, la profondità e il rilascio delle compressioni.

Una volta integrati i corsi RCP su adulto con questi strumenti, la prassi si diffonderà anche per la RCP su lattante e bambino.

Fonte: http://newsroom.heart.org/news/new-requirements-for-american-heart-association-adult-cpr-courses