SimCPR: un dispositivo di CPR feedback severo e divertente

SimCPR: un dispositivo di CPR feedback severo e divertente

23/03/2018

SimCPR: un dispositivo di CPR feedback severo e divertente


Cos'è il SimCPR? Come funziona il SimCPR? La nostra Recensione del SimCPR Guida all'utilizzo del SimCPR La Video Recensione del SimCPR Come acquistare il SimCPR

 

Tutte le Linee Guida internazionali riguardanti la formazione della Rianimazione Cardio-Polmonare (RCP) sono ormai unanime nel consigliare fortemente un sistema di feedback immediato nei corsi di Primo Soccorso BLS/BLSD. L’Istruttore che inizia la propria attività formativa ha oggi un’ampia scelta di sistemi già integrati nei manichini, ma l’Istruttore con esperienza, che non intende investire in uno di questi manichini di nuova generazione, ha più difficoltà a trovare un dispositivo di CPR Feedback efficiente, attendibile e con un costo e un ingombro contenuti. SimCPR, il bracciale per addestramento alla RCP è un’ottima risposta a tutte queste esigenze dell’Istruttore di Primo Soccorso “navigato” e che è già in possesso del suo parco manichini.

SimCPR il Bracciale per l’addestramento alla RCP: cos’è?

Il SimCPR si presenta come un sottile e leggerissimo bracciale, dalla forma che ricorda quella di un orologio. Una volta però collegato alla sua App SimCPR, disponibile gratuitamente per tutti gli smartphone e tablet, diventa uno dei Personal Trainer per massaggio cardiaco più preciso e severo che ci sia in commercio!

SimCPR è nato in Olanda a seguito di un’inchiesta che mostrava da un lato che la maggior parte degli olandesi non interveniva in caso di arresto cardiaco improvviso per paura perché non formato, dall’altro che un’elevata percentuale di persone era desiderosa di imparare le manovre salvavita, ma non lo aveva ancora fatto per mancanza di tempo o per il costo del corso troppo elevato. Nello studiare questa inchiesta, il Dr Harry Palsma, medico con più di 25 anni di esperienza nella ricerca e nell’insegnamento delle manovre rianimatorie alla popolazione, decise che se la gente non andava ai corsi, dovevano essere i corsi ad andare dalla gente e inventò così il SimCPR, un dispositivo in grado di “insegnare” la corretta tecnica del massaggio cardiaco.

Da esperto nel campo, il Dr Palsma decise di prestare la massima attenzione affinché il SimCPR fosse il più preciso e rigoroso possibile, ma non per mania di precisione ossessiva, bensì nella speranza che le persone, una volta appresa una tecnica eccellente sul suo SimCPR, fossero in grado, in caso di necessità e tenuto conto della naturale condizione di stress in questi frangenti, di praticare un massaggio cardiaco realmente efficace. Il Dr Palsma non si fermò però qui e integrò anche una possibilità di ottenere un certificato, un riconoscimento della tecnica appresa: con la funzionalità “esame”, non solo il discente può avere una conferma (o una smentita) delle capacità apprese, ma può anche, se superato, ottenere immediatamente un certificato personalizzato (che in Italia NON sostituisce quanto indicato dalla normativa vigente in merito) affinché sia cosciente che in caso di bisogno è in grado di agire correttamente.

SimCPR è stato sottoposto a lunghissimi test, sia obbiettivi che pratici, prima di essere immesso sul mercato sia olandese che internazionale. Oggi è un ottimo Personal Trainer per il massaggio cardiaco che sta per evolvere in un ottimo Personal Trainer da BLSD, infatti sono già in fase di test tantissime novità che riguarderanno la App SimCPR (che si aggiornerà senza alcun costo aggiuntivo) e degli accessori che renderanno a termine il SimCPR una vera palestra da BLSD!

SimCPR: come funziona?

SimCPR è un piccolissimo dispositivo (poco più grande di una moneta da 1 Euro) che racchiude al suo interno un accelerometro che misura in tempo reale l’escursione della compressione (quindi profondità E rilascio) e la frequenza di compressione che poi invia via Bluetooth alla App SimCPR. Questo suo metodo di funzionamento lo rende compatibile con qualunque manichino da RCP.

SimCPR è facilissimo da utilizzare: basta indossarlo, scaricare la sua App SimCPR gratuita sul proprio smartphone o tablet, collegare il bracciale SimCPR alla App (funzione di connessione dalla App) ed è pronto all’uso.

SimCPR si attiva semplicemente agitandolo leggermente e si disattiva automaticamente quando resta fermo per più di 20 secondi.

Il suo bracciale è stato recentemente revisionato e possiede una parte elastica e una parte in Velcro per una massima vestibilità qualunque sia la dimensione del polso di chi lo indossa.

La App presenta un menu ricco seppur di facile fruibilità:

CONNECT: per connettere in un gesto il SimCPR al dispositivo mobile (dalla seconda connessione in poi per la maggior parte dei dispositivi mobili) ed essere subito pronti a partire

TRAIN: per l’apprendimento e l’allenamento del perfetto massaggio cardiaco. L’allenamento è suddiviso in 4 fasi distinte, la prima delle quali dura pochi istanti, mentre le altre hanno una durata variabile, ovvero passano alla schermata successiva unicamente quando si è raggiunto l’obbiettivo desiderato e lo si è mantenuto per alcune compressioni:

  1. Schermata introduttiva: SimCPR fa una prima valutazione delle compressioni e permette all’operatore di calibrare le proprie compressioni al manichino prima di passare al training vero e proprio

  2. Profondità di compressione: SimCPR misura profondità e rilascio di compressione, restituendo al discente la distanza percorsa (a fondo schermo) e indicando, sia visivamente (in alto e al centro della schermata) che con un supporto audio, se occorre premere di più o di meno per rientrare nei parametri dettati dalle Linee Guida Internazionali vigenti di 5cm/6cm.

  3. Frequenza di compressione: SimCPR misura la frequenza di compressione, restituendo al discente la frequenza ottenuta (a fondo schermo) e indicando, sia visivamente (in alto e al centro della schermata) che con un supporto audio, se occorre premere più o meno velocemente per rientrare nei parametri dettati dalle Linee Guida Internazionali vigenti di 100/120bpm.

  4. Valutazione complessiva: una volta superate e comprese le fasi precedenti, è ora di mettere tutti i parametri insieme per effettuare un perfetto massaggio cardiaco! Come nelle fasi precedenti, i supporti visivi e sonori indicano all’operatore come sta andando e se deve migliorare uno o più parametri.

TEST: per la valutazione obbiettiva delle capacità apprese. Attualmente sono disponibili due Test, uno di 15 sec. e uno da 60 sec. In entrambi i casi, il test viene effettuato senza alcun supporto, come se la persona si trovasse in una situazione reale, con la sola informazione del tempo residuo al termine del Test. A Test ultimato, in entrambi i casi, la schermata di valutazione complessiva indica al discente quale sia stata la qualità del proprio massaggio cardiaco e quali siano stati i parametri che non sono stati rispettati. Nel Test di 60 sec., se viene superato con almeno 2 stelle su 3, il discente può, se lo gradisce, ottenere immediatamente un certificato personalizzato di esame SimCPR (che in Italia NON sostituisce quanto indicato dalla normativa vigente in merito).

INFO: parte Supporto nell’utilizzo della App. Al suo interno infatti sono custodite delle informazioni utili, i risultati dei test effettuati, le indicazioni tecniche e un accesso a una online Help Desk oltre che il Connecting Sensor per collegare alla App un nuovo bracciale SimCPR.

SimCPR: lo abbiamo provato e testato per voi

Quando lo abbiamo visionato per la prima volta, il dubbio era, come per qualunque altro sistema di CPR Feedback: chi ci dice che i dati che restituisce questo SimCPR siano corretti? In men che non si dica abbiamo quindi allestito una “palestra di prova” composta da tutti i manichini da BLS in nostro possesso, di tutte le marche, con e senza sistema di CPR Feedback integrato. Il risultato è stato sorprendente: il SimCPR ha passato la prova a mani basse per l’accuratezza della misurazione che è pari a quella dei più sofisticati e onerosi manichini con sistema di feedback integrato; il feedback è forse leggermente in ritardo, ma non reca alcun disturbo alla pratica o alle fasi di test una volta che lo si sa; quello che ci ha sorpreso è scoprire che alcuni dei manichini più comuni e più utilizzati in realtà non permettono di effettuare una compressione più profonda dei limiti dettati dalle vigenti Linee Guida (il che spiega però finalmente perché tanti Istruttori “navigati” si trovino in difficoltà nell’utilizzare dei manichini che, come il normale essere umano, permettono anche una profondità superiore ai 6.5cm).

SimCPR al polso o sul manichino: per quanto la struttura del SimCPR permetta di utilizzarlo o al polso come un normale bracciale o, una volta estratto il dispositivo dal suo cinturino, posizionato sotto la pelle del manichino, sia il produttore che noi sconsigliamo questa seconda opzione. Le ragioni sono principalmente due:

  1. Ogni manichino ha una pelle diversa e in alcuni casi, con l’utilizzo, può rovinare la pelle del manichino, dare un’indicazione fin troppo evidente del punto di compressione (che l’operatore, nel panico di un caso reale, rischierebbe di cercare anche in un essere umano) e far male all’operatore durante la pratica del massaggio cardiaco

  2. In funzione del manichino e quindi del punto in cui si applica il dispositivo (appena sottopelle o appena sopra o sotto la struttura che rappresenta la cassa toracica del manichino), se il manichino non permette di scendere oltre i 6.5cm, l’operatore non riuscirà mai a eseguire un massaggio cardiaco con l’escursione richiesta tra i 5cm e i 6cm (per via dello spessore, seppur minimo, del dispositivo)

Connessione del dispositivo alla App via Bluetooth: se la prima volta si segue l’iter per l’accoppiamento del SimCPR alla App, passando quindi dal menu INFO -> CONNECTING SENSOR -> CONNECT NEW SimCPR SENSOR, il dispositivo (anche nei rari casi in cui appare un messaggio di disconnessione) si connette stabilmente con la App e le volte seguenti basta premere il tasto CONNECT nella home per essere pronti a partire.

La parte TRAIN è sicuramente molto ben strutturata e intuitiva. Occorre tener ben presente però che, a differenza di molti suoi concorrenti similari, il SimCPR misura (correttamente) l’escursione di compressione, ovvero la distanza dal punto più profondo al punto di rilascio e non da quando inizio a premere a quando arrivo al punto più profondo. Sembra banale, in realtà mette un forte accento sul rilascio di compressione che è il parametro che tutti, novizi ed esperti, tendono a non rispettare pienamente. Poiché, per facilità di lettura immediata del feedback, non era possibile indicare nel dettaglio se il problema fosse di profondità o di rilascio, il produttore ha deciso di dare come indicazione di supporto di premere più forte o meno forte, in realtà però tale dato si riferisce all’escursione; quindi, se viene richiesto di premere più forte, potrebbe indicare che non è tanto il punto più profondo il problema, ma un rilascio non sufficiente. Sta dunque all’Istruttore aiutare eventualmente il discente a migliorare il proprio rilascio, seppure, nelle nostre fasi di test con altre persone, formate e non, abbiamo visto che comunque la persona arriva ad auto-correggersi correttamente dopo alcuni tentativi.

La parte TEST è molto ben pensata: effettuare delle prove come se si fosse in situazione reale, ovvero senza alcun supporto. Se il Test da 15 sec. è utile per capire soprattutto se la tecnica è stata acquisita o se si necessita di ulteriore pratica, il Test da 60 sec. con il solo scorrere dei secondi sembra più interminabile che su un manichino con feedback visibile e permette al discente di concentrarsi unicamente su quello che sta facendo. Molto interessante il risultato anche a “stelline” come se fosse un comune videogioco, perché induce l’operatore a cercare di ottenere tutte e tre le stelline, oltre ad essere un’ottima leva per spronare i ragazzi nelle scuole o i colleghi di un’azienda a sfidarsi a chi ottiene più stelline.

Certificato superamento esame SimCPR: la funzione per cui chi ottiene almeno due stelline all’esame da 60 sec. ha la possibilità, se lo desidera, di ottenere immediatamente un certificato personalizzato di superamento dell’esame è psicologicamente molto valida: la persona non sanitaria che effettua un corso di Primo Soccorso si sente rincuorata nel ricevere il diploma di operatore BLS/BLSD, ma poter avere un pezzetto di carta che attesti che oggettivamente il suo massaggio cardiaco potrebbe aiutare una persona ha un impatto psicologico ben più forte. Attenzione: il certificato SimCPR non ha alcuna valenza ai fini della normativa vigente italiana in materia.

La App SimCPR è attualmente in sola lingua inglese (molto semplice), ma abbiamo già provveduto a inoltrare al produttore la traduzione dei testi che a breve saranno quindi disponibili anche in lingua italiana.

SimCPR si è rivelato, senza alcun dubbio, un Personal Trainer per massaggio cardiaco molto efficiente, efficace e… molto severo, ma giusto! E se l’obbiezione è che valuta il solo massaggio cardiaco, a breve arriveranno funzionalità e accessori aggiuntivi che lo renderanno un perfetto Istruttore… BLSD, ma per ora non possiamo dire di più!

 

Guida all'utilizzo del SimCPR

Segui questa piccola guida e il tuo SimCPR non avrà più alcun segreto per te.

  1. Abilita il Bluetooth sul tuo dispositivo (smartphone o tablet)

  2. Scarica direttamente dal tuo App Store sul tuo smartphone o tablet (Android o iOS) la App. SimCPR

  3. Apri la App SimCPR sul tuo dispositivo

  4. La prima volta (non necessario in seguito, vedi il punto 6 b) che devi connettere un nuovo Bracciale SimCPR, ti consigliamo di percorrere i seguenti passaggi:

    1. vai in INFO -> Connecting sensor -> Connect new SimCPR sensor

    2. muovi il bracciale vicino al dispositivo per attivarlo

    3. seleziona il “BMi SimCPR”

  5. a. L’icona CONNECT in basso a destra dovrebbe essere diventata da rossa a verde per indicare l’avvenuta connessione. Attenzione: su alcuni dispositivi, subito dopo la prima connessione, appare un messaggio che il dispositivo è stato disconnesso. Nessun problema: esci dalla schermata e clicca in basso a sinistra su “Connect”, la scritta da rossa diventerà verde, confermandoti che il tuo SimCPR è connesso con la App SimCPR

  6. b. Ora che il braccialetto è stato accoppiato alla App., le prossime volte che vorrai utilizzarlo non dovrai fare altro che andare direttamente su CONNECT

Adesso sei pronto per cimentarti con il tuo nuovo SimCPR!

Prima di cimentarti nelle compressioni toraciche su un manichino, desideriamo darti un “avvertimento” veramente utile per comprendere come SimCPR giudica la performance:

per fornire un feedback in tempo reale, le parole scritte devono essere di facile e soprattutto rapida lettura; per questo SimCPR nei messaggi di supporto alla realizzazione di una buona RCP non menziona distintamente “profondità” e “rilascio”, ma li valuta e anche molto attentamente! SimCPR raffronta la profondità di compressione

al rilascio di compressione e fornisce un valore in centimetri pari al tragitto percorso in ambo i versi. Se si effettua quindi una compressione di 6cm, ma un rilascio di soli 4cm, la compressione verrà valutata di 4cm e quindi non nei limiti imposti dalle attuali Linee Guida Internazionali. Questo metro di valutazione è applicato sia nella sezione TRAIN che nella sessione TEST.

Ndr: SimCPR è talmente abile che sa quando stai facendo la RCP su un manichino, è quindi difficile riuscire a farlo funzionare simulando per aria il movimento del massaggio cardiaco!

TRAIN

La sessione TRAIN è quella dedita all’apprendimento e all’allenamento alla rianimazione cardiopolmonare.

Selezionando l’icona TRAIN nel menu orizzontale in basso, appare un’immagine in movimento di una persona che effettua il massaggio cardiaco. Questa prima schermata sparirà dopo pochi istanti che avrai cominciato a effettuare il massaggio cardiaco sul manichino introducendo il training in 3 fasi:

  1. analisi della profondità e del rilascio di compressione. Grazie alla grafica, ai messaggi scritti e alle indicazioni vocali, SimCPR ti porterà a migliorare le tue compressioni fino a ottenere un prefetto equilibrio di profondità/rilascio compresi tra i 5cm e i 6cm. Una volta che effettui una serie di compressioni corrette in profondità e rilascio, SimCPR considera che tu abbia acquisito questa competenza e cambia schermata

  2. analisi della frequenza di compressione. Grazie alla grafica, ai messaggi scritti e alle indicazioni vocali, SimCPR ti porterà a ottenere una frequenza di compressione compresa tra i 100bpm e i 120bpm come indicato dalle attuali Linee Guida Internazionali. Una volta che anche la frequenza di compressione ottimale è stata raggiunta, SimCPR passerà all’ultima schermata

  3. analisi della performance complessiva. In questa fase, SimCPR ti guiderà per trovare il giusto equilibrio tra profondità/rilascio e frequenza di compressione.

TEST

Sul tuo SimCPR vi sono 2 possibilità di test ben distinte:

  • FAST TEST (15 sec.): test di 15 secondi alla cieca (senza alcuna indicazione da parte di SimCPR) per valutare se sei pronto per affrontare la grande sfida SimCPR e ottenere il diploma SimCPR

  • EXAM (60 sec.): prova di esame di 60 secondi alla cieca (senza alcuna indicazione da parte di SimCPR). Se riesci ad ottenere un risultato di almeno 2 stelle (corrispondente ad almeno 70% delle compressioni corrette per profondità/rilascio + almeno 70% delle compressioni corrette per frequenza di compressione), se lo desideri, puoi ottenere il tuo personale diploma SimCPR!

Entrambi test riportano una grafica di valutazione molto simile tra loro, che ti riportiamo qui di seguito per una più semplice lettura:

La Video Recensione del Team Sofrapa

Come acquistare il tuo SimCPR, bracciale per addestramento RCP

SimCPR è disponibile sul nostro sito Sofrapa-store.it e acquistarlo è davvero semplicissimo.

Puoi cliccare sul link sottostante per accedere alla scheda prodotto e aggiungere il SimCPR, bracciale per addestramento RCP al carrello:

Clicca qui e acquista subito il SimCPR